CAPE REINGA – Te Reinga Wairua

Capo Reinga, conosciuto dai maori come Te Renga Wairua (il posto in cui gli spiriti entrano nel mondo sotterraneo) è la punta più a nord-ovest della penisola di Aupouri, dista circa 100 km dalla più vicina cittadina (Kaitaia) ed è uno dei punti più settentrionali della North Island (insieme a Cape North). Nella mitologia Maori si dice che questo è il luogo di passaggio delle anime dal mondo terreno all’aldilà. Capo Reinga è il luogo più sacro di tutta la Nuova Zelanda.

”Quando la nebbia copre Capo Reinga, puoi sentire gli spiriti sussurrare.”

Cape Reinga è un luogo bellissimo, visitato ogni anno sempre da più turisti, puoi godere di una vista stupenda e ammirare l’incontro tra il Mar di Tasmania e L’Oceano Pacifico . Qui (come in tantissimi altri luoghi dell’isola) avete la possibilità di scattare foto meravigliose, quindi munitevi di una macchina fotografica come si deve o ve ne pentirete amaramente.

A Capo Reinga non capiti per caso, il viaggio va programmato con cura, sapete non è facile arrivare alla fine del mondo! Molti turisti e viaggiatori saltano questa tappa per via della lontananza ma a mio parere si perdono uno dei posti più belli e magici della Nuova Zelanda

Come arrivare alla fine del mondo:

Cape Reinga gode di un clima mite che va dai 16 ai 21 gradi tutto l’anno e il tempo cambia in continuazione durante il corso della giornata. Il mio consiglio è quello di noleggiare una macchina ad Auckland, arrivare a Kaitaia (la durata è di circa 3 ore) lasciare l’auto e prendere una navetta 90 miglia. Sul sito potete confrontare gli orari aggiornati ma la navetta parte da Kaitaia in mattinata quindi vi suggerisco di partire da Auckland di buon mattino.

Panorama Cape Reinga

Consiglio: se dovete fare rifornimento o un prelievo, fatelo a Kaitaia perché poi sarete a quasi 100 km dalla prima zona abitata.

Con la navetta arriverete al faro di Capo Reinga percorrendo la bellissima ”strada” di sabbia lunga circa 90 km (non miglia). Durante il viaggio potete ammirare il panorama e ascoltare le leggende Maori che il vostro autista kiwi vi racconta (se riuscite a capire il loro accento). Per saperne di più sulle leggende e i misteri di questa cultura io vi consiglio questo libro.

Non è consigliabile percorrere la 90 miglia con la vostra auto, tralasciando il fatto che se non avete noleggiato una 4×4 potreste rimanere bloccati, c’è anche il rischio di rovinare l’auto, vedrete poi con i vostri occhi le carcasse delle automobili abbandonate nella sabbia. Mi raccomando non avvicinatevi troppo alle onde con la vostra auto!

Traccia di pneumatici sulla 90 miglia di cape reinga
Percorrere la 90 miglia solo 2 ore prima o dopo l’alta marea

In alternativa, se avete fretta, potete percorrere la strada normale invece che la 90 miglia di sabbia, ma a mio parere non sarebbe la stessa cosa.

Se non hai ancora noleggiato una macchina puoi sempre farlo ora con Rentalcar o Europecar, un servizio molto sicuro che uso sempre quando viaggio. L’auto è il mezzo più comodo per spostarsi in Nuova Zelanda ma io ho usato tantissimo anche i bus , poco costosi, spaziosi, dotati di WiFi che collegano bene tutte le città dell’isola.

Il faro

Arrivati al faro di Nearthe la prima cosa che noterete sarà la vista. Mozzafiato. All’estremità del mondo il mare di Tasman si incontra con l’Oceano pacifico creando onde altre decine di metri.

Troverete anche un pannello con scritte tutte le distanze, e vi renderete conto davvero di quanto siete lontano. Quando vi capiterà di tornarci di nuovo?

L’incontra tra L’Oceano e il Mare

Curiosità: se siete fortunati potete avvistare le lucertole mokomoko, una specie endemica che abita Capo Reinga.

Alberi di Kauris

I neozelandesi stanno ricostruendo la foresta di Kauris piantando circa 150 000 alberi. La cosa interessante è che per pochi NZD puoi piantare un albero di Kauris, poi grazie alle coordinate GPS puoi ritrovarlo. Un modo green per lasciare la tua impronta in questo luogo sacro.

Le spiaggie

In circa 45 minuti potete raggiungere la spiaggia di Te Werahi, oppure spingedovi oltre Tapotupotu, a circa un’ora e mezza trovate Sandy Bay, dove potete fare il bagno e prendere un po di sole.

Le dune di Tepaki

Dovete sapere che in Nuova Zelanda c’è anche un deserto! A circa 2 ore di distanza dal faro, arrivate a Tepaki dove il panorama cambia bruscamente, diventando sabbia fine e dune alte più di 100 metri. potete fare surf sulla sabbia noleggiando una tavola, il divertimento è assicurato!

Trekking lovers

Siete amanti del trekking e delle lunghe passeggiate? allora dovete sapere che Capo Reinga è il punto di partenza di un percorso lungo 3000 km, che attraversa le due isole (da nord a sud) chiamato ”la lunga passeggiata” Te Arararoa. Detto questo se avete 4 mesi di tempo, un fisico sportivo e la voglia di camminare 25 km al giorno allora potete avventuravi. Il percorso è dotato di punti strategici dove i backpackers possono riposare.

La più grande avventura neozelandese: Te Arararoa

Dove mangiare

A questo punto sono sicura che vi è venuta fame, io sicuramente ne avrei! Sulla strada del ritorno potete fermarvi a Mangonui dove fanno un ottimo fish & chips.

Il miglior fish & chips nel piccolo villaggio di Mangonui.

Fish & chips